La Società del Credito

Talvolta immagino cosa sarebbe il mondo senza le società di credito, i “tassi zero”, i “prendi oggi e paghi tra sei mesi”, i “30000 euro subito per te anche se sei pignorato”.
Talvolta penso che avere un LCD nuovo in casa (categoricamente da pagare a maggio 2008) fa molto chic , moderno, al passo coi tempi. L’auto nuova comprata con un incredibile tasso zero (e TAEG al 30%) fa di ogni uomo un uomo più felice.
Nei vecchi bugigattoli poco fuori il centro, qui a Napoli, trovo ancora dei cartelli con l’effige di Totò che mima “Qui non si fa credito a nessuno”, o Peppino De Filippo che sfumetta “All’amico non prestar denaro. Si dimentica. Se ti vede cambia vico: perdi il denaro e anche l’amico”.
La filosofia dei moderni centri commerciali è completamente opposta: la nostra è la Società del Credito (o del debito, come dir si voglia).
I nostri nonni spesso non avevano l’auto nuova in garage o il cellulare di tendenza ma riuscivano non di rado a far studiare, sposare e sistemare, magari anche in modeste case di proprietà, i giovani figliuoli. Oggi ‘sti figliuoli rimangono “bamboccioni”(cfr. Padoa Schioppa) sino a 35 anni a casa dei propri, che naturalmente hanno l’LCD e l’auto ecoincentivata in garage…

La Società del Creditoultima modifica: 2007-11-14T20:56:14+01:00da ambter
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento